" L'unità del sapere e del fare" 知行合一 zhīxíng héyī, un modo di riequilibrare i emisferi cerebrali

Progetto TAIJI BAMBINI & SCUOLA PARENTALE vuole essere un mezzo utile attraverso gli esercizi motori e sensoriali, giochi e immagini che vengono visti come un lavoro pronfondo sulla nostra mente e consapevolezza, poiché sono in grado di sostenere con grande potenza ed attraverso l' intenzione l’interconnessione tra la nostra parte linguistica, la parte logica con quella più intuitiva. Eseguire le sequenze motorie mentre si approfondisce il ritmo della lingua cinese, stimola e facilita la memoria dei bambini,attraverso l' intenzione l’interconnessione tra la nostra parte linguistica, la parte logica con quella più intuitiva. 


"  L'unità del sapere e del fare " 知行合一 zhīxíng héyī,  un modo di riequilibrare i  emisferi cerebrali

 

 

 

Secondo la dottrina classica neo-confuciana, “ L'unità del sapere e del fare"

( in cinese: 知行合一 zhīxíng héyī ), è uno dei principali insegnamenti del filosofo Wang Yang-Ming esponente di quella corrente di pensiero, (王陽明1130-1200 ), enfatizza la stretta relazione tra studio / conoscenza e azione, sostenendo che non si può studiare veramente, senza che ci sia interazione tra loro, sottolineando sopratutto che l' intenzione deve precedere sempre l'azione.

 

 

Lo stesso vale per lo studio del tiro con l'arco: è necessario afferrare un’ arco, mettere una freccia su di esso e mirare al bersaglio.

 

 

Abbiamo due menti, una che pensa, l’altra che sente. Queste due modalità della conoscenza, così fondamentalmente diverse, interagiscono per costruire la nostra vita mentale

 

Tuttavia, la mente emozionale e quella razionale sono facoltà collegate tra loro e al tempo stesso indipendenti poiché ciascuna di esse, come vedremo, riflette il di circuiti cerebrali distinti sebbene interconnessi. Se non riusciamo sintonizzarsi e a funzionamento armonizzare questi due aspetti mentali, usiamo solo la metà della nostra capacità di essere umani.

 

Progetto TAIJI BAMBINI & SCUOLA PARENTALE vuole essere un mezzo utile attraverso gli esercizi motori e sensoriali, giochi e immagini che vengono visti come un lavoro pronfondo sulla nostra mente e consapevolezza, poiché sono in grado di sostenere con grande potenza ed efficacia, attraverso l' intenzione l’interconnessione tra la nostra parte linguistica, la parte logica con quella più intuitiva. Eseguire le sequenze motorie mentre si approfondisce il ritmo della lingua cinese e viceversa, stimola e facilita la memoria dei bambini, coduce la notra energia interna(Qi) a fluire liberamente potenziando così la nostra energia vitale.

 

Questo ci permette di sperimentare una coscenza espansa ed elevata e apre la porta alle possibilità infinite del nostro essere.

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0