Il Taiji illumina le meraviglie del Tao

Download
WU XING al Progetto TAIJI BAMBINI
Volantino Teoria WU XING.pdf
Documento Adobe Acrobat 556.0 KB

Il Taiji illumina le meraviglie del Tao

 

 

Per quanto riguarda la domanda sull’origine e creazione dell’uomo, il Taoisti antichi rispondono che tutto si può originare solo da quella cosa che esiste da sempre e per sempre, che esiste in sé e per sé, senza alcuna forma, la Via, il Tao.

 

« Il prima della formazione del cielo e della terra c'era qualcosa in uno stato di fusione. Tranquilla e immateriale, essa esiste da sola e non mutaessa circola ovunque senza stancarsi. »

 

 

Questo permetterebbe di concepire che l'universo funziona in modo ciclico e non lineare, e che quindi non può essere stato creato da qualcosa che esisteva prima, altrimenti anche questo qualcosa dovrebbe essere stato creato da qualcos'altro, e questo qualcos'altro da qualcos'altro ancora (proseguendo così all'infinito in linea retta). 


Questo concetto non può essere compreso spontaneamente dalla mente umana, la logica umana non permette di osservare l'esistenza nella sua interezza.

 

 

Da migliaia di anni i toaisti antichi hanno tentato di trovare una risposta: esplorando la questione a fondo ci si renderebbe conto di come la mente possa lavorare anche in maniera circolare ad esempio lasciando i segni dei geografici, concependo le interazioni di yin - yang e ideando i trigrammi dell' I Ching.

 

 

 

 太極之未定 其象既成 其位既定 氤氳化生 而謂之七二之數 。

 

張三丰太極拳論

 

 

« La statuettta del Taiji, il suo aspetto è fatto per la trasformazione, la sua posizione è fissa, ma dà luogo alle trasformazione delle forze del Cielo e della Terra,  così è detto

Sette e Due Numerologia »

 

 

 

M° Zhang Sanfeng 

 

 

 La stella polare si trova quasi perfettamente sulla proiezione in cielo dell'asse di rotazione della Terra "sopra" il polo nord, è apparentemente ferma nel cielo, mentre tutte le altre stelle sembrano a cui ruotano attorno. È così un ottimo punto di riferimento per l'antichità in modo di fissarla e utilizzarla come un punto di origine di un questo ciclo che percorso tutto, in una direzione o nell'altra, ci permette in entrambi i casi di tornare al punto dove il cerchio finisce, ma al contempo inizia.

 

 

 

 

Grazie alla pratica della Taiji Quan ritroviamo lo stesso archetipo, essa infatti ha come base una posizione naturalmente eretta, la testa fissa che fa riferimento alla stella polare, come appesa a un filo, il corpo “radicato” come un’ albero. Quanto più il radicamento è ben percepito, tanto più è sviluppata la consapevolezza del legame con la terra, tanto maggiore il senso di sicurezza, di equilibrio e di stabilità che ne ricaviamo.

 

 

Questi movimenti circolari delle stelle che ruotano attorno sopratutto

le 7 stelle della costellazione dell'Orsa Maggiore, si riflettono anche sulle attività degli organi interni degli esseri umani. Un esempio La Piccolo Circolazione Celeste (周天Xiǎo zhōu tiān ) sono legati alle tecniche di respirazione addominale e controaddominale o inversa, abbinate all’esercizio di queste tecniche, e sopratutto la respirazione controaddominale che porta ad abbssare il diaframma ed a sfruttare di più capacità polmonare.

 

 

 

 

 Min Hua Lin, madrelingua, Direttrice Didattica del progetto TAIJI & BAMBINI, Ideatrice della metodologia XIANG XING ZI e del progetto LI SHU Calligrafia Cinese per praticanti di Arti Marziali, Qi Gong e Meditazione.

 

 

Tratto dal materiale didattico di CORSO DI FORMAZIONE ALLA LINGUA E SCRITTURA CINESE CON LA METODOLOGIA XIANG XING ZI

 

 Progetto Taiji & Bambini

 

PERCORSO CONOSCITIVO ALLA CULTURA E SCRITTURA CINESE CON  METODOLOGIA

XIANG XING ZI 象形字

 


 

 Le schede dei 100 caratteri cinesi in stile XIANG XING ZI della Scrittura antica cinese sono disponibili adesso 

 

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Rosella Ambrosiano (domenica, 28 giugno 2020 11:42)

    Da leggere all'infinito ❤

  • #2

    Elisa Bassi (domenica, 28 giugno 2020 11:44)

    Sono sempre rimasta affascinata dai trigrammi dell'I Ching e dalle loro interazioni con gli elementi naturali, studiavo l'I Ching negli anni in cui frequentavo l'università a Bologna, mi ero appassionata alla dinamica dei segni. La pratica della Taiji Quan invece l'ho conosciuta molto dopo, in questi ultimi quattro anni, è stata una scoperta ritrovare la stessa interazione degli elementi attraverso il corpo con i suoi organi interni e il movimento verso l'esterno con la gestualità delle mani che fa come da ponte che unisce l'interno con l'esterno, l'ambiente che ci circonda. Ho provato meravigliose sensazioni praticandolo, spero di riprendere presto gli allenamenti..è tutto circolare e collegato se restiamo in ascolto, grazie Minhua ��☯️

  • #3

    Giacomo Brando (lunedì, 29 giugno 2020 11:14)


    Proposta pazza della domenica:
    perchè invece di guardare alla Cina "ammirandone" un disarmante ordine militaresco di bambini che a 5 anni entrano a scuola ordinati e distanziati come soldati, gelificati alla ammoniaca con tanto di giubbotto antisettico e divisione in plexiglass sui banchi (e magari pensando.. ehhh vedi come sono bravi questi..) non facciamo un piccolo salto indietro e riscopriamo una cultura millenaria che a causa di un insensato sviluppo economico è stata sempre più messa da parte in nome del solo dio che abbiamo deciso di venerare oggi?
    ���

    Giusto 5 minuti, per rinfrescare un po l'aria che ci circonda con esempi o ispirazioni che magari varrebbe la pena almeno conoscere.
    Potendo scegliere cosa approfondire e cosa diffondere (rete web inclusa), io scelgo questo �
    ...Scusate, ma sono un po old school ��☯️

    Grazie Minhua Lin!