La leggenda della creazione dell’uomo da Nuwa

 

La leggenda della creazione dell’uomo da Nuwa 女媧造人

 Nelle favole greche è Prometeo a creare l’uomo, in quelle egiziane l’uomo nasce dalla parola di un dio, mentre in quelle ebraiche è Jehovah a crearlo. Come nasce invece l’uomo nelle biabe cinesi? Ciò va attribuito a una divinità femminile, Nuwa, dal corpo umano e dalla coda di drago.

 

 

 Secondo la leggenda, dopo la separazione fra cielo e terra da parte del grande eroe Pangu, Nuwa si aggirava qua e là. Nonostante sulla terra ci fossero ormai monti, fiumi, piante e animali, non c’era vera vita, perchè mancava l’uomo. Un giorno camminando sulla terra deserta, Nuwa si sentì molto sola, per cui pensò di aggiungervi qualcosa di più vivace.

 

 

 Scivolando sulla terra, amava molto gli alberi e i fiori, ma ancora di più gli animali, più vivaci ed energici. Osservando tutto ciò, Nuwa pensò che la creazione di Pangu non fosse perfetta e che l’intelligenza degli animali fosse lontana da soddisfarla. Quindi volle creare l’essere più avanzato di qualsiasi altro.

 

 

 Scivolando lungo il Fiume Giallo, abbassando il capo, vide la propria bella immagine riflessa nell’acqua. Molto felice, decise allora di modellare figurine con l’argilla del letto del fiume a secondo il proprio aspetto. Ingegnosa e abile, portò ben presto a termine la modellazione di molte figurine quasi simili a lei, sostituendo tuttavia due gambe alla coda di drago. Quindi soffì su di loro, infondendovi la vita. Di conseguenza le figurine cominciarono a muoversi, diventando essere intelligenti e agili capaci di camminare e parlare. Nuwa li chiamò “uomini”, poi infuse nel corpo di alcuni l’energia Yang, l’elemento maschile attivo, per cui questi diventarono maschi, e nel corpo di altri l’energia Ying, l’elemento femminile dolce, rendendoli femmine. Maschi e femmine si misero a saltellare e a chiamarsi attorno a Nuwa, dando così vita alla terra.

 

 Ella desiderava riempire la terra di uomini, ma era stanca e lavorava troppo lentamente. A questo punto le venne in mente una scorciatoia, per cui inserì una corda di paglia nel fango del fiume e la fece girare, finchè la parte inferiore non fu avvolta nell’argilla, quindi la estrasse, agitandola per terra. Dove caddero grumi di fango, nacquerono dei piccoli uomini. Nuwa creò in tal modo gli uomini che riempirono la terra.

 

 Forse il lavoro di Nuwa poteva cessare con la presenza degli uomini sulla terra. Tuttavia questa pensò: come permettere agli uomini di continuare ad esistere? Alla fine l’uomo dove morire. Morto un gruppo, crearne un altro è fastidioso! Per questo fece accopiare uomini e donne, facendosi riprodure da soli e rendendoli responsabili della discendenza. L’umanità si è così tramandata di generazione in generazione, aumentando di giorno in giorno. 

 

 

Secondo le antiche credenze cinesi, in origine vi erano due creature, fratello e sorella, con testa umana e coda di serpente, i loro nomi erano Fu Husi (detto anche Fu XI) e Nu Wa. Essi erano il primordiale principio del tao, Lui lo Yang che stringe una squadra,simbolo del quadrato e del maschile mentre Lei rappresenta lo ying, stringe un compasso, simbolo del cerchio e del femminile.
Si spiega, dunque, perchè la Cina si sia così massificata.

 

 

 


 

Fuxi, antenato dei re cinesi   中華始祖伏羲

Nuwa aveva un fratello chiamato Fuxi. Secondo le antiche registrazioni, I due avevano uno strano aspetto, con “teste umane e corpi di drago”, il che indica che Fuxi era probabilmente il capo di una tribù che aveva il drago come totem.

 

Fuxi, vissuto circa 5000 anni fa, è il primo re ricordato negli antichi testi cinesi.  

 

 Secondo la leggenda, la nascita di Fuxi fu straordinaria. La madre, una ragazza chiamata “Huaxu”, un giorno soleggiato si divertiva accanto ad una palude. Un’orma gigante la attrasse ed ella, piena di interesse, la calpestò con i piedi, rimanendo incinta di Fuxi. 

 

 

 L’epoca di Fuxi fu l’epoca dello sviluppo delle forze produttive e molte grandi invenzioni gli sono collegate. Secondo le registrazioni, egli creò gli “otto esagrammi”, dai colori misteriosi,secondo l’aspetto di cielo e terra, le manifestazioni della natura e le orme dii uccelli e animali. 

 

 

Questi otto simboli, che si coordinano a vicenda e includono i vari nomi dei componerti di cielo e terra, vennero usati per registrare i vari eventi della vita, ponendo fine alla storia della registrazione degli eventi con i nodi sulle corde. 

 

 

Quindi le corde divennero inutili. Fuxi le intrecciò in reti da pesca, insegnando alla gente la tecnica della pesca e della caccia. Per festeggiare importanti eventi come il buon raccolto, le nozze, ecc. Fuxi creò uno strumento musicale, il Se, e compose la melodia “Jiabian”, arricchendo la vita materiale e spirituale dell’umanità. Fuxi insegnò anche il metodo di perforare il legno per ottenere il fuoco e di consumare cibi cotti sul fuoco, congedando finalmente l’umanità dall’abitudine incivile di consumare cibi crudi. 

 

 

L’ambito delle attività di Fuxi si concentrò nella zona di Huaiyang, nella provincia del Henan, e di Jining e Qufu, nella provincia dello Shandong, quindi ancora oggi a Jining esiste la tomba di Fuxi. Il terzo giorno di marzo second il calendario lunare, gli abitanti dei villaggi vicini si riuniscono qui per sacrificare a questo fondatore della civiltà della nazione cinese.  

 

 

 

 女媧補天」發生在很久很久以前。有一個神叫女媧,她從天上來到了人間,瞧見大地一片青蔥蓊鬱,樹下有彎彎的小溪流經,一抬頭,天上胖胖的浮雲正低頭打著盹。在一片鳥語花香中,她覺得似乎少了什麼。

 

 

 

女媧隨手抓了一把黃土,仿照自己的形象捏了個小泥人;吹了口氣,小泥人就睜開了眼,舉舉手,又抬抬腳,女媧叫他「人」。

 

 

 

她又捏了第二個「人」來跟第一個「人」作伴。不一會兒,第三個小泥人就出現了。

 

 

 

接著,許多小泥人從她的手中滑到地上,蹦蹦跳跳,自己玩起來了。女媧微笑繼續捏著。

 

 

 

空曠的大地還只有十幾個小泥人,女媧想了一下,便用青籐蘸了些泥漿,揮手向地上一灑,從青藤落下的泥點也變成了一個一個的人。

 

 

 

女媧跨過高山、越過小溪,很快地,美麗的大地上就有了許多「人」。

 

 

 

從此,「人」便生活在神造的世界裡,靠著雙手過生活,幸福而安寧。

 

 

 

有一天,地上竟然出現了電閃雷鳴,山林也燃起了熊熊烈火。飛禽鳥獸驚慌地竄了出來。

 

 

 

一聲震耳欲聾的巨響,半邊天空竟然塌了!

 

 

 

原來是水神共工吵架輸了火神祝融,竟因此羞憤的朝西邊的不周山撞去,哪知不周山可是撐天的柱子啊。

 

 

 

不周山崩了之後,天地也塌了一邊,天河裡的水傾盆而下,人們驚慌失措。

 

 

 

女媧舉起一塊巨石,試著堵住大洞;由於洪流直瀉,石塊被衝了下來,她試了幾次都失敗。於是女媧便從江、河、湖、海挑選了許多晶瑩的石子,堆成一座五色山。

 

 

 

然後又收集大地上的蘆葦,點燃烈火,將這石子山用大火煉了九個白天,九個晚上。

 

 

 

女媧捧著火燙的五彩石漿,飛到西邊的天,開始補洞,七天七夜後,終於將大窟窿補好了。

 

 

 

補好的天空又飄起了彩雲,地上的水慢慢退去,人類便進入了男耕女織的文明時代。當人類想向女媧道謝時,只見她坐在飛龍駕著的雷車,環繞五彩繽紛的雲,升上了九天。

 

 

久遠年代的「女媧補天」流傳至今.


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Francesca Francesca Wölfler Calvo (lunedì, 12 settembre 2016 12:31)

    Carina questa storia...soprattutto che la dea fosse "lenta"...e che scocciava di ricominciare il lavoro ! grin emoticon:D Evidentemente la sola "coda" del drago non era sufficiente per essere tenace...