摔跤中國最古老的武術 Lo Shuai Jiao, la più antica l'arte marziale Cinese risalendo 4700 anni fa


Lo Shuai Jiao , il primo termine cinese con il quale ci si riferisce alla lotta, 角牴"jiao di" (Urtare di corna), fa riferimento ad un antico sport nel quale i contendenti indossavano dei copricapi "cornuti" con i quali attaccavano i loro avversari.

 

La leggenda narra che il" jiao di " fu usato nel 2697 a.C., dall'esercit dell'Imperatore Giallo 黃 帝 contro i soldati di un esercito ribelle guidato da 蚩尤 Chi You. In tempi più recenti esiste un gioco simile che emula i combattimenti degli animali domestici, senza l’uso del copricapo. Il Jiao di è stata una disciplina all'origine della lotta e delle successive forme di Arti Marziali in Cina.

La pratica del Jiao li nella Dinastia Zhou 周朝fu registrata nel Classico dei Riti"Jiao li" (角力), era un'arte marziale basata sulle prese e si sviluppò sotto la Dinastia Zhou fra il XII e il XIV secolo. Una parte ufficiale del programma militare della dinastia Zhou, sotto ordine del re, era composta dal Jiao che viene considerata la più antica arte marziale cinese ed  tra le più antiche arti marziali sistematiche nel Mondo. Lo Jiao li integra tecniche di proiezione con attacchi, parate, leve articolari e attacchi su punti di pressione. Questi venivano praticati congiuntamente con il tiro con l'arco e lo studio della strategia militare.

 

Il Jiao li divenne uno sport pubblico sotto la Dinastia Qing 清朝  (221-207 d.C.), quando gli incontri erano organizzati come eventi ricreativi e per la selezione dei migliori combattenti. I concorrenti lottavano su una piattaforma chiamata 擂台"leitai", il premio potenziale era quello di essere assunti a far parte della guardia del corpo dell'imperatore o come istruttori di arti marziali per l'Esercito Imperiale. Alcune selezioni sarebbero durate anche una settimana, con oltre un migliaio di partecipanti. Il Jiao li fu insegnato ai militari in Cina nel corso dei secoli e la sua popolarità tra i militari mancesi garantì la sua influenza nelle successive arti marziali cinesi fino alla fine della Dinastia Qing.

 

Il termine 摔跤 "shuai jiao" fu scelto dall'Accademia centrale di Guoshu (Zhong Yang Guo Shu Guan 中央國術館  di Nanchino nel 1928, quando le regole della competizione furono standardizzate. L'arte continua ad essere insegnata nelle accademie di polizia e militari della Cina.

 

 

The earliest Chinese term for wrestling, "jǐao dǐ" (角抵, horn butting), refers to an ancient sport in which contestants wore horned headgear with which they attempted to butt their opponents. Legend states that "jiao di" was used in 2697 BC by the Yellow Emperor's 黃帝 army to gore the soldiers of a rebel army led by Chiyou 蚩尤. In later times, young people would play a similar game, emulating the contests of domestic cattle, without the headgear. Jiao di has been described as an originating source of wrestling and latter forms of martial arts in China.

 

"Jiao li" (角力) was first referenced in the Classic of Rites during the Zhou Dynasty. Jiao li supplemented throwing techniques with strikes, blocks, joint locks and attacks on pressure points. These exercises were practiced in the winter by soldiers who also practiced archery and studied military strategy.

 

Jiao li eventually became a public sport held for court amusement as well as for recruiting the best fighters. Competitors wrestled each other on a raised platform called a 擂台 "lei tai" for the potential reward of being hired as a bodyguard to the emperor or a martial arts instructor for the Imperial Military. Jiao li was taught to soldiers in China over many centuries and its popularity among the military guaranteed its influence on later Chinese martial arts through the end of the Qing dynasty.

 

The term 摔跤 "shuai jiao" was chosen by the Central Guoshu Academy (Zhong Yang Guo Shu Guan 中央國術館) of Nanjing in 1928 when competition rules were standardized .The art continues to be taught in the police and military academies of China.

 

Video- Ancient Chinese Wrestling  Shuai Jiao



Si tratta in sostanza di lignaggio dallo stile布庫 Buku manciù che era praticato dalla Brigata Guardie Imperiali, Shan Pu Ying (善扑营, letteralmente l'esperto nell'unità di Wrestling). La caratteristica principale è l'uso delle gambe a calci e gli avversari fuori bilancio e l'utilizzo di blocchi di braccio.

This is in essence the lineage from the Manchu 布庫Buku style that was practised by the Imperial Guards Brigade, Shan Pu Ying (善扑营, literally the Expert in Wrestling Unit). The main characteristic is the use of the legs to kick and off-balance opponents, and the use of arm locks.

 


Scrivi commento

Commenti: 0